VOCE E SUONO PER LA LIBERAZIONE DELLA CONSAPEVOLEZZA INDIVIDUALE

L'Arte è per eccellenza lo strumento che l'umanità ha eletto per l'espressione e per l'accrescimento della consapevolezza, individuale e collettiva. Tra le arti una che spicca è certamente la musica e l'uso del suono prodotto dalla nostra voce. A livello ancestrale ed inconscio l'importanza della voce è anche rappresentata in testi antichi e che sono stati un punto di riferimento per la nostra civiltà. In ogni epoca poi assistiamo alla rinascita dei medesimi strumenti che però si arricchiscono della saggezza e della genialità che le nuove generazioni sanno imprimere allo sviluppo delle cose.

Questa premessa ampia è però necessaria per poter incastonare in maniera armonica lo studio che alcune persone oggi fanno della musica e della voce, poiché non vi è la ricerca dello stupore dello spettatore quanto piuttosto quella di coinvolgere gli altri in una esplorazione di spazi di coscienza e creatività nuovi, che possono aiutare nella trasformazione della propria sensibilità e percezione verso un'accoglienza più piena dell'armonia della vita.

L'essere umano, ognuno di noi, ha nel suo nucleo una dimensione insondabile dalla mente che lo congiunge alle vastità che sono oltre lo spazio ed il tempo. Questa dimensione può entrare in risonanza con quanto viene veicolato dal suono di musica e voce e produrre degli effetti sorprendenti. Così come nelle passate epoche il canto e la musica religiosa hanno aiutato gli uomini e le donne ad abbracciare una visione del mondo ed una percezione dell'Oltre in modo da completare ciò che veniva detto ed insegnato, ora che si è maggiormente liberi di esplorare le connessioni tra noi ed il mondo che è oltre la materia, possiamo svincolare questa ricerca da un contesto rituale e religioso. Ciò permette di beneficiare di un contatto con dimensioni della nostra esistenza che non possono essere spiegate ma che danno un grande beneficio nella nostra vita.

E' interessante richiamare quanto è stato studiato ed è ora oggetto di ulteriore approfondimento che si relaziona agli effetti di certi suoni sul nostro sistema biologico, favorendo certi processi di rigenerazione e armonizzazione. Sappiamo anche che, dall'altro lato, certi suoni possono creare danno alla nostra salute, sia mentale che fisica, e di come viviamo spesso in un diffuso ambiente inquinato da suoni artificiali e disturbanti. Appare quindi urgente ritrovare il silenzio, quale spazio di rigenerazione, come anche suoni e voci armoniche che possano sostenerci nella creazione di una situazione di vita che sia adeguata a sostenere le nostre vere aspirazioni. Infatti nella dimensione interiore profonda, che viene spesso soffocata dai disturbi di cui la nostra vita quotidiana e moderna è piena, che possiamo ricordare e riconoscere la nostra Verità. Se rimaniamo lontani da essa creiamo inevitabilmente una vita che risponde alle meccaniche indotte dalla società e dagli stimoli che riceviamo, ma che non è la vera espressione della nostra Arte individuale: si, perché l'espressione della nostra libertà come individui è considerabile una forma eccelsa d'Arte!

La mia ricerca ha coinvolto diversi ambiti dell'espressione umana e la ricerca di dinamiche mentali efficienti e produttive mi ha molto interessato ma queste si fermano sul confine di ciò che può essere superato ed esplorato solo con esperienze che vanno oltre la mente.

Per sostenere e stimolare coloro che sentono di voler amplificare la propria consapevolezza, arricchirsi di una nuova dimensione di libertà e vivere più pienamente la propria Verità interiore, proporrò una serie di esperienze, grazie alla collaborazione anche con amici che hanno fatto dell'Arte il centro della loro vita, ponendo così al servizio di quanti lo desiderino nuovi strumenti che sono inediti nel nostro paese ma che si incastonano in un movimento globale di rinnovamento che ora sta toccando le vite di ognuno.

 

 

LA VOCE QUALE VIA MULTIDIMENSIONALE

PER L'ESPERIENZA DI SE'

(articolo di introduzione al lavoro con i Toni Pineali e la Voce di Coscienza)

 

Il suono è molto di più di ciò che possiamo identificare con quanto ascoltiamo od è possibile registrare anche con i più sofisticati strumenti. Difatti noi parliamo di suono, voce e musica usando queste parole per descrivere un aspetto della realtà che è molto più ampio. Il nostro sistema percettivo od anche i sistemi di rilevazione tecnologica che abbiamo costruito, infatti, permettono ad ognuno di noi di cogliere solo una piccola parte della meraviglia che è per lo più nascosta e che possiamo solo intuire: il suono udibile è solamente la punta dell'iceberg che è metaforicamente nascosto sotto la superficie. Questa breve e parziale premessa è utile per poter introdurre il concetto di multidimensionalità in un contesto, come quello della musica e della voce, che già di per sé è ricco di meraviglia. Quando ci troviamo ad ascoltare o produciamo armonie sonore, sia con la voce che con gli strumenti, interagiamo letteralmente con il tessuto della coscienza e della realtà e, non a caso, si è sempre fatto riferimento al suono quale elemento essenziale dell'esistenza conosciuta e sconosciuta. Attraverso suono e musica entriamo in relazione con infinite dimensioni, ed ecco perché si può parlare di voce e musica multidimensionale. Questa sua natura permette ad ognuno di noi di creare un ponte per porre in comunicazione la nostra coscienza con spazi più ampi di Intelligenza. Difatti attraverso il Suono possiamo delineare un sentiero che ci conduce in una dimensione espansa, rispetto a quella ordinaria. Lo studio delle molteplici tradizioni diffuse in tutto il pianeta e che riguardano il canto ci mostra come esso sia stato un mezzo centrale per la comunicazione e l'espressione di ciò che è sia al di là dell'umano che nelle sue immense profondità, dandoci conferma di come sin dalla notte dei tempi questa semplice realtà fosse ben chiara. Difatti l'emissione di certi suoni permette di immergersi in quell'Oltre ma anche di convogliarlo nella nostra quotidianità: è una vera e propria Magia del Suono. Sia che si sviluppi un canto ancestrale all'interno di una riunione o cerimonia tribale, oppure un grande concerto in una moderna cattedrale dell'arte, possiamo sperimentare direttamente un salto in ciò che non può essere spiegato, portando in noi un elemento di benessere che può modificare non solo le nostre emozioni ma anche i nostri pensieri e la nostra vita. Inoltre vi sono persone, quali compositori, musicisti e cantanti, che sono un aiuto fondamentale per poter esplorare nuovi orizzonti poiché ci suggeriscono e ci offrono le loro personali conquiste. Ma come portare tutto questo ad una nuova espressione, capace di offrire delle risposte e dei strumenti alle nostre attuali esigenze? E' davvero utile all'uomo che si consideri moderno ed alle prese con i problemi quotidiani dedicare del tempo a questo ambito di ricerca? La mia personale risposta è affermativa ed anzi in questo ambito vi sono chiavi di risoluzione che non sono disponibili altrimenti. Un primo passaggio che però ritengo fondamentale è quello di esplorare il suono, la voce e la musica liberandosi dai codici di comunicazione che sono intrinseci alla cultura ove certe opere sono state generate. Ad esempio i canti religiosi hanno un loro potere che è autonomo rispetto alla credenza di base che viene coltivata in quel contesto culturale: è questa forza che va esplorata. Inoltre è essenziale per me dare spazio a nuove intuizioni ed ispirazioni che disancorate da ogni tipo di tradizione possono però condirci nuovi elementi e potenziali di benessere. Unire quindi la ricerca di quanto è esistito sino ad ora, liberi da preconcetti culturali, con quanto di nuovo può essere oggi attinto dal campo di coscienza dell'umanità e personale, permette di distillare un nuovo approccio che risulta essere vivificante e di rinnovamento. Nel panorama italiano, ricco di molteplici e valide proposte, mi sono trovato recentemente ad offrire un contributo agevolando la conoscenza nel nostro paese di due ricercatori di primo piano nel panorama internazionale: il dott. Todd Ovokaitys ed il cantante Anders Holte. Il primo proviene dagli Stati Uniti ed è stato protagonista di un evento di due giorni che si è tenuto a Milano nel mese di novembre 2013. Egli ha condotto i partecipanti nella sperimentazione degli esiti della sua ricerca sui Toni Pineali che sono specifiche sonorità, emesse cantando, aventi un potente effetto sulla coscienza individuale. I partecipanti, circa 200, hanno potuto sperimentare quindi questo innovativo lavoro che tra aspetti divertenti ed altri di grande profondità e forza, ha permesso ad ognuno di arricchire la propria capacità espressiva, certamente, ma soprattutto compiere un passaggio di evoluzione personale di grande valore. I Toni Pineali sono delle sequenze di suoni che possono essere cantate individualmente od in gruppo e che apportano specifiche informazioni e stimoli nella nostra coscienza, creando effetti tangibili e fuori dall'ordinario. Il secondo, invece, è originario della Danimarca ed è stato per la prima volta nel nostro paese nel settembre 2013 in occasione dell'evento con il team internazionale di Kryon, stupendo ed emozionando l'ampia platea di persone che ha sperimentato la sua Arte. Anders mentre canta si pone in uno stato di profonda connessione con l'immensa e sacra espressione del Sé che risiede in ognuno di noi e, nel compiere questo, veicola un particolare stato di coscienza attraverso la sua voce, permettendo a coloro che lo ascoltano di sperimentare essi stessi una connessione con la propria profondità, con la propria Realtà, che è rigenerante e trasformativa. Questi due ricercatori hanno sviluppato il proprio lavoro con tantissime persone in tutto il mondo ed in ogni nazione le reazioni delle persone sono state molto toccanti e significative: senza poter pienamente comprendere con la mente il processo che si era vissuto, ognuno poteva però dire di aver acquisito un tassello importante della propria ricerca di vita, un passaggio che non avrebbero mai dimenticato nonché degli strumenti di lavoro molto validi. Ritengo molto utile per tutti, sia per chi abbia già approfondito il potenziale del suono che per chi si trovi invece all'inizio, poter studiare il contributo di queste persone al fine di arricchire la propria ricerca. Proprio per facilitare questo nel mio sito ho creato uno spazio nel quale è possibile ascoltare alcuni brani musicali di Anders Holte nonché ho inserito alcune informazioni per un primo approccio al lavoro del dott. Todd Ovokaitys. E' un contributo, questo, che confido possa essere di ulteriore stimolo a quanti nel nostro paese stiano esplorando questa immensa e stupefacente dimensione che ci porta a toccare ciò che è il Suono Sacro per eccellenza che è quello della nostra Essenza vitale. Per coloro che volessero avere informazioni, potranno visitare il sito www.entourage-di-kryon.it .

 

 

Scroll to top